Analisi del colore: l’irriverente fucsia per una femminilità che non si prende sul serio

analisi del colore, fucsia,

Buongiorno ragazzi ho visto che avete apprezzato molto il post sull’analisi del colore e sul rosso e questo mi ha fatto veramente piacere. Come sapete l’analisi del colore è un momento fondamentale della consulenza di immagine perchè porta a scoprire l’Amorcromia. L’Armocromia è l’analisi dei colori naturali della persona.
Oggi intendo parlarvi di un colore molto vivace e che da subito l’idea della bella stagione ossia il fucsia. E’ un colore che apprezzo particolarmente lo trovo divertente e femminile.

E’ frizzante e fruttato come un cocktail, esplosivo, pieno e irriverente come un cartoon, il fucsia è il colore protagonista di questa stagione estiva 2018. Il nome di questo colore, usato per la prima volta nel 1882, deriva dal fiore della pianta messicana (Fuchsia). Nel linguaggio dei fiori è simbolo di cordialità e allegria. Nella moda il fucsia è emblema di una personalità eccentrica, provocatrice e ironicamente sovversiva.

Fucsia: il colore protagonista dell’estate 2018

Un colore, il fucsia, che, quest’estate, si esibisce impertinente su gonne, abiti, pantaloni alla caviglia, bluse o simpatici culottes pants. Io oserei anche per una cerimonia perchè no?
E’ il colore protagonista su sandali d’ispirazione anni’70, décolleté e micro bag. Ideale per dare un tocco glamour anche alla combo camicetta più jeans. Fondamentale è non abbinarlo al total look perché perderebbe charme, provatelo invece insieme al rosso se avete voglia di stupire.

E’ un colore che ammalia nelle manicure più curate dalle unghie feline a forma di mandorla.
Per quanto riguarda il make-up affascina sulle labbra di more e rosse, da scegliere con un tocco di rosso, il cosiddetto “Ciliegia Hollywood“, se siete bionde per non cadere nello scontato effetto Barbie. E’ un colore da centellinare con furbizia.

A voi piace? Ditemi come lo abbinate!
Ti è piaciuto questo post? Condividilo!
Baci

analisi del colore, fucsia, analisi del colore, fucsia, analisi del colore. fucsia,

Colloquio di lavoro: cosa indossare per fare una buona impressione

cosa indossare al colloquio di lavoro, colloquio di lavoro, personal shopper,

Buongiorno ragazzi e buon martedì! Spero che questa settimana sia migliore rispetto a quella appena passata, che è stata decisamente infernale. Questo martedì infatti parto piena di buoni propositi e con tante nuove idee da mettere in pratica, inoltre ho tante news da raccontarvi, ma, per ora non posso dire ancora nulla, mi raccomando pensatemi e “Finger crossed” per me. Come sapete in Italia e in tutto il mondo, ormai, c’è una grave crisi economica e trovare un lavoro dignitoso è cosa difficile, ma non impossibile, il pessimismo non paga, bisogna provarci sempre e cercare di non mollare. Con un pò di impegno e sacrificio si riesce a migliorare la propria posizione. Però magari succede che avevate inviato il curriculum a quell’azienda che tanto vi piaceva e siete stati chiamati per un colloquio di lavoro. A questo punto scatta in automatico la domanda:” Che cosa mi metto?”.

Il colloquio di lavoro: un banco di prova

Il colloquio di lavoro è un momento veramente delicato è il banco di prova di anni di studio, esperienze e talenti. Partecipando al colloquio di lavoro dovete essere in grado di convincere il futuro datore di lavoro che siete voi il candidato ideale per il posto vacante.
Oltre a possedere un buon curriculum dovete mostrare di essere affidabili, all’altezza e con una dialettica precisa e parlare in Italiano, se fate il colloquio in Italia, ovviamente. Bisogna imparare a proporsi, senza mentire, e a raccontare di sè senza essere nè arroganti nè eccessivamente modesti.

Colloquio di lavoro: cosa indossare

Il look è importante, infatti lo stile colpisce è la prima cosa che si vede, per cui è necessario fare una buona impressione.

Per quanto riguarda l’abbigliamento è indispensabile porsi tanto nello stile quanto nell’atteggiamento come una persona seria e credibile, innanzitutto pulizia. Sono bandite scollature eccessive e gonne inguinali se siete donne, pantaloncini corti tipo bermuda, canotte, scarpe modello infradito se siete uomini.

E’ importante recarsi al colloquio con abiti puliti e stirati. Un NO categorico va ai colori fluo, le calze a rete, magliette con scritte volgari. Bisogna dimostrare di avere carattere senza cadere nel ridicolo.
Perciò scegliete uno stile raffinato che vi rappresenti con giacche e pantaloni dal taglio sartoriale, mentre per le donne andranno benissimo un blazer e una blusa dal raffinato oppure il tailleur, magari rivisitato.

Bisogna avere stile perchè lo stile è sinonimo di carattere. Il vostro scopo è quello di farvi scegliere, dovete convincere l’altro che siete il candidato ideale che stava cercando.
Poi sarà compito vostro far emergere tutte le qualità e le capacità che possedete.

Come è andato il vostro ultimo colloquio di lavoro? Raccontatemi la vostra esperienza, io adoro le storie.
Se ti è piaciuto questo post condividilo!
Baci

Bandage dress: la moda si fa sexy

Bandage dress,

Buongiorno ragazzi! Sapete un paio di giorni fa stavo pensando che se da una parte la moda si sta spersonalizzando sfumando qualsiasi confine possibile di genere tra uomo e donna vedi abiti dal taglio unisex che sempre di più sono protagonisti e il sapiente utilizzo di colori scuri o neutri una tendenza che si oppone è quella di un abbigliamento iperfemminile che tende a non lasciar spazio all’immaginazione. E se è l’abbigliamento iperfemminile a farla da padrone protagonisti del post di oggi sono i bandage dress e dei bodycon dress.

Bandage dress e bodycon dress

I bodycon dress sono i cosiddetti abiti aderenti che arrivano o al ginocchio o sotto al ginocchio, questo tipo di abito è tanto amato dalle sorelle Kardashian. Sinceramente a pensarci, piace molto  anche a me.
I bodycon dress e i  bandage dress sono abiti che letteralmente accarezzano il corpo e nel caso dei “bandage” fasciano le curve con un effetto shaping più o meno evidente. Probabilmente il bandage dress è il cugino sexy del tubino nero. Di solito il  tessuto dei  bandage dress è sintetico ed è composto da Poliestere e Spandex altre volte il tessuto è in ecopelle, perchè fondamentale è l’effetto shaping. Infatti “Bandage” significa proprio bendare e lo scopo di questa tipologia di abito è quella di accarezzare il corpo come farebbe un guanto.

Questi abiti sono adatti a chi non ha paura di mostare le proprie forme, anzi, ama metterle orgogliosamente in primo piano e vuole piacere. I bandage dress sono adatti per una festa o un evento che non abbia un dress code. Alcuni   di questi abiti magari nella versione più casta e rigorosamente sotto il ginocchio, sono perfetti anche per l’ufficio, provare per credere.

A voi piacciono i bandage dress? Scrivetemi cosa ne pensate e sarò lieta di rispondervi.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!

 

Abito ivyglam.com