Atelier Pantheon: tutti i motivi per sceglierlo

Atelier Pantheon,

Buongiorno carissimi come va? Pronti ad affrontare una nuova settimana? Io si e  naturalmente con la grinta di sempre.
Il matrimonio è un evento importante che ho constatato riesce, spesso, a cambiare la percezione delle cose. Molte donne sognano, sin da piccole di indossare l’abito bianco e si immaginano di arrivare all’altare come delle
principesse. In fondo in ogni donna c’è una principessa e sognare è ancora gratis. A proposito di matrimonio oggi  porto alla scoperta dell’Atelier Pantheon, il luogo dove lo spose del sud e non, si innamorano di abiti stupendi.

Io da piccola fingevo di indossare l’abito da sposa e mi legavo addosso un lenzuolo bianco con una sorta di moulage ante litteram e con il sottofondo della marcia nuziale facevo la passerella.

Atelier Pantheon: i motivi per sceglierlo

L’Atelier Pantheon è da tempo il riferimento di tutti coloro che sono in procinto di sposarsi, perché possiede un’ampia scelta di abiti da sposa delle migliori marche,
abiti per lo sposo, abiti da cerimonia e tutti gli accessori necessari per una perfetta riuscita del grande giorno.  Inoltre a questo link è possibile scaricare i cataloghi da visionare.

Il personale dell’ Atelier è cortese e preparato
e ha una grande esperienza nel settore ed è
una cosa da non sottovalutare, credetemi. Molte spose di mia conoscenza hanno deciso di affidarsi alle mani dell’Atelier e hanno visto le proprie aspettative esaudite.
Le collezioni sposa proposte per il 2018 sono caratterizzate da dettagli haute couture, molto riconoscibili, dei designer internazionali più in voga.
La missione dell’azienda è: “una sposa come nessuna“: rendere ogni sposa unica e inimitabile insieme ad un abito ricercato che sarà il vero protagonista della festa.

Inoltre l’Atelier Pantheon organizza spesso “Haute Couture show” con bridal designer di fama internazionale come ad esempio Riki Dalal.

L’ Atelier Pantheon è attivo con una community di spose passate ed aspiranti future che
amano condividere foto e dettagli del proprio matrimonio.
Il sito  di riferimento al centro della filosofia dell’atelier è atelierpantheon.i , all’interno è possibile
ammirare tutti gli abiti da sogno, ascoltare la voce di Loweddy(blogger e consigliera).  E’ inoltre possibile  scaricare la nuova app dedicata al sito, dove si potranno scambiare opinioni e consigli sull’organizzazione del matrimonio ecc.

L’Atelier Pantheon si trova in via Piani 32 a Grottaminarda (AV) per raggiungerli: Autostrada NApoli-BAri uscita Grottaminarda, a circa 1 ora da
Napoli – Salerno – Caserta – Potenza – Foggia ed a circa 1/2 ora da Benevento e Avellino.

Conoscevate già  l’Atelier Pantheon? Raccontatemi la vostra esperienza come sapete i commenti mi fanno felice.

Baci

Atelier Pantheon,

Atelier Pantheon,

Atelier Pantheon,

Il Centro: il paradiso dello shopping

Il Centro,

Buongiorno carissimi come va? Avete riflettuto sui buoni propositi di cui vi parlavo?
Come vi scrivevo l’altro giorno è iniziata la stagione dei saldi e quindi urge un tour di shopping, per cosí dire, intenso.
Tenete bene a mente le regole d’oro per i saldi? Ecco perfetto.
Io adoro fare shopping e questo è un po’ un cliché ma vado sempre con un budget prestabilito e magari con l’idea di cosa acquistare. Spesso mi chiedete se preferisco acquistare più online o in negozio reale, in realtá entrambi, mi piace sia uno per la sua rapidità e immediatezza sia l’altro per il contatto umano, la gentilezza, il passeggiare e osservare le vetrine.
Infatti è proprio di shopping che vi parlo oggi. Vi porto con me in un viaggio virtuale alla scoperta di un paradiso dello shopping ossia
Molte persone danno un’accezione negativa alla parola shopping ma qui non è il mio caso.

Il Centro” è uno dei centri commerciali più grandi d’Europa ed è situato ad Arese, in via Luraghi 11.

Il design di questo parco commerciale è stato progettato dall’architetto di fama internazionale Michele De Lucchi e prende ispirazione dalle antiche corti lombarde e da villa Valera, attraverso un sistema di piazze, ognuna con una propria identità caratterizzante, che genera aggregazione. L’intera struttura, inoltre, è stata ideata e costruita seguendo rigidi criteri di risparmio energetico: è la prima volta nella storia che si applica una copertura in Glulam – un legno lamellare realizzato con materiali bio-sostenibili – per un centro commerciale che non è cosa da poco.

Il Centro ha dei numeri da capogiro:

93.000 mq di spazio commerciale
200 negozi tra abbigliamento, casa, accessori, gioielli, lifestyle, regali,
salute e benessere
25 tra bar e ristoranti
1 ipermercaro d’eccellenza: Iper, la grande i
10.000 posti auto
una fitta rete di servizi tra cui il Free WiFi, il Click&Collect,
i Personal Shopper,
il deposito QBox,
le aree kids,
un centro diagnostico,
una zona attrezzata dedicata all’accoglienza degli amici a 4 zampe
bus navetta.

Il Centro: riscrivere il significato di tempo libero

Il Centro propone un’offerta commerciale completa pensata per accontentare
tutta la famiglia e regalare un’esperienza di shopping unica.

Questo parco commerciale è pensato soprattutto per i fashion addicted come me che troveranno pane per i loro denti, infatti non basterebbe un pomeriggio per visitare tutti i negozi, tra cui: Zara, Stradivarius, Mango, Primark, H&M e il meglio del fast fashion internazionale, ma anche l’alta gamma di Tommy Hilfigher, Calvin Klein, Max&Co., Liu Jo, Trussardi e molti altri.

Il Centro si trova poco distante dall”aeroporto di Malpensa e a pochi metri dall’uscita A8
“Arese/Lainate” permette di essere raggiungibile da Milano e provincia, ma anche dalle principali città d’Europa e del mondo intero. Come arrivarci?
Trovate tutto le informazioni qui .

Vi è piaciuto questo tour virtuale? Avevate giá visitato Il #centroilcentro?
Raccontatemi la vostra esperienza!
Baci

Il Centro, Il Centro,

Il Centro,

Il Centro,

Il Centro,

Il Centro,

Il Centro,

 

Saldi: i consigli d’oro per evitare le truffe

Saldi,

Buongiorno carissimi come è iniziato il nuovo anno? Vi sentite carichi? Io come vi avevo promesso niente buoni propositi ma piccoli obiettivi, questo è l’anno della svolta, me lo sento.
Finalmente sono iniziati i saldi urge per me un giro di shopping! Avete già deciso cosa acquistare? Siate intelligenti nei vostri acquisti e imparate soprattutto a far valere i vostri diritti in qualità di clienti.

Quella di oggi è una mini “guida” con alcuni consigli utili per evitare brutte sorprese nel delicato periodo dei saldi.

Saldi: cosa acquistare e cosa no

Io penso che con poco ci si può vestire molto bene, bisogna imparare a mischiare, a mixare i capi. E’ importante tenere conto di quali capi avete bisogno e dlla qualità dei tessuti.
Allora la “regola” che vi propongo io è quella del 4 + 1: cioè acquistare, durante i saldi, quattro capi di abbigliamento basici più un pezzo, estremamente di tendenza, che io chiamo “jolly”.
Acquistare 4 capi di abbigliamento basic e di ottima qualità, potrebbero sembrarvi una spesa più o meno grande, ma in realtà si configurano come un investimento a lungo termine, perchè diciamocelo sono abiti che sfrutterete tantissimo sia in inverno che in estate.
Tra i cinque capi di abbigliamento basic io conto:

– un tubino nero che sia di qualità medio-alta, parlando in termini di vestibilità e qualità dei tessuti e quindi non solo di griffe, potete sceglierlo come volete e soprattutto a seconda del vostro corpo e cioè se avete un fisico a forma di mela, pera, clessidra e via dicendo. L’abito deve vestirvi bene e deve essere possibile sfruttarlo in svariate occasioni.

-Una borsa capiente e di ottima qualità, che sia una city bag o un bauletto, in questo caso è il vostro gusto che fa la differenza. Una borsa da utilizzare 24h al giorno, tra i colori che mi permetto di consigliarvi vi sono il nero,il beige e il marrone, che andranno sempre.

-Un cappotto, sceglietelo in base alla possibilità di valorizzare la vostra fisicità, sceglietelo senza troppi fronzoli e quindi semplice da abbinare con tutto, ma non banale e soprattutto sceglietelo caldo. Scegliendolo di colore neutro potrete sfruttarlo tantissimo in termini di tempo e reinventarlo continuamente grazie agli accessori.

-Un paio di pantaloni che vestano veramente bene. Non voglio fare un discorso che riguarda i brand, ma chi è piccolino di statura come me sa come sia veramente complicato trovare un pantalone che vesta bene. L’ idea è quella di trovare un pantalone che vi salvi il look in qualsiasi caso, quindi badate bene ai tessuti ma soprattutto alla vestibilità. Provate provate e provate.

Ora passiamo al jolly o il più uno, che sarà mai? Il pezzo jolly è quell’ accessorio sovversivo o eccentrico che vi rinnoverà il look a tempo indeterminato, oppure  è quel’accessorio che volevate da tanto tanto tempo e stavate mettendo i soldi da parte per acquistarlo, questo è il momento per farvi avanti. Che sia una scarpa dal design molto particolare o una borsa di cui vi eravate innamorate sta a voi scegliere. L’unico appunto da fare è che spesso il lusso non va in saldo a meno che non si tratti di vendite private o outlet.

Un’ altra regola fondamentale è quella di fissare un budget prestabilito in modo da non far piangere il portafogli o la carta di credito.

Saldi: come non farsi fregare
Ora vi do invece alcune dritte per non farvi fregare per quanto riguarda l’acquisto diretto di merce in saldo in un negozio reale:

-State attenti al cartellino, se la percentuale di sconto vi sembra strana o non congrua all’ esatto valore del capo di abbigliamento è vostro diritto chiedere chiarimenti al negoziante.

-Controllate le buone condizioni del capo di abbigliamento e in caso di difetti chiedete o la risoluzione del contratto, se già avete acquistato o la riduzione del prezzo.

-Secondo le normative vigenti in Italia la merce in saldo deve essere stagionale, i cosiddetti capi “alla moda” devono essere in saldo

-Se alla cassa il negoziante esegue uno sconto o pratica un prezzo diverso da quello esposto fate intervenire la polizia municipale in quanto siete in diritto di farlo

-Chiedete al negoziante se esegue il cambio degli abiti e in quali modalità.

Se siete stati vittima di un raggiro contattate associazioni che difendono i diritti dei consumatori quali Altroconsumo, Federconsumatori o la Guardia di Finanza.

Avete mai fatto buoni affari durante i saldi?

Se vi è piaciuto questo articolo fate click su (G+1)
Baci

Saldi, saldi,