CrowdVille: la piattaforma più innovativa del crowdsourcing

Buongiorno ragazzi come procede la settimana? Avete visto che freddo brr!
Come sapete, nonostante la grave crisi economica che ci affligge, il mercato del lavoro sta cambiando e si sta orientando verso posizioni più flessibili e meno sicure. Il lavoro cambia e il web si presenta come una risorsa che da la possibilità di creare nuove posizioni.
Il crowdsourcing (da crowd, “folla”, e sourcing, da outsourcing, e cioè esternalizzazione aziendale) è lo sviluppo collettivo di un progetto da parte di numerose persone esterne all’entità che ha ideato il progetto stesso. Le persone che collaborano lo fanno in genere volontariamente, rispondendo ad un invito a collaborare.
CrowdVille è una piattaforma innovativa del mondo del crowdsourcing
.

Crowdville raccoglie una community di utenti disponibili a testare prodotti, app e siti web in anteprima. Gli utenti della community hanno il compito fondamentale di fornire all’azienda input e feedback necessari a migliorare il prodotto sul quale l’azienda sta lavorando.

Essere un “crowder” è molto vantaggioso perché si può:
– guadagnare per il tempo e l’energia spesi per effettuare l’attività
– fare in modo che le aziende producano servizi innovativi e utili a migliorare i prodotti che poi verranno utilizzati da consumatori stessi.

Inoltre Crowdville può fare guadagnare gli utenti permettendo loro di fare quello che amano di più, di utilizzare nuovi prodotti e software non ancora rilasciati sul mercato dando un feedback utilissimo all’azienda. Ciascun crowder potrà guadagnare per le attività svolte o richieste in:
– campagne di testing: dove l’utente deve cercare bug e malfunzionamenti in prodotti, siti web o app fornite dal cliente. L’utente viene pagato in base all’importanza del bug trovato, che va da circa €4 a €20.
– campagne di esperienza utente: l’utente utilizza un’app, servizio, sito web o prodotto non ancora commercializzato per testarlo e fornire feedback di miglioramento e sviluppo all’azienda. L’utente viene pagato dopo il completamento di un questionario.
– campagne End to End. L’utente è portato a testare non un singolo aspetto, ma tutto il ciclo di utilizzo del prodotto, da quando l’utente viene a contatto con il servizio fino a quando non termina il suo utilizzo.
Ma l’attività di CrowdVille non si ferma qui perché sulla piattaforma sono creati corsi di formazione e iniziative di co-creation e supporto reciproco al fine di rendere ogni utente un crowder ancora più esperto e in grado di guadagnare ancora di più.
Appassionati di tecnologia?
Perché non provate?
Fatemi sapere come è andata!

CrowdVille: la piattaforma più innovativa del crowdsourcing, lavoro, Teresa Morone lifestyle blog italiani,

CrowdVille: la piattaforma più innovativa del crowdsourcing, lavoro, Teresa Morone lifestyle blog italiani,

CrowdVille: la piattaforma più innovativa del crowdsourcing, lavoro, Teresa Morone lifestyle blog italiani,

CrowdVille: la piattaforma più innovativa del crowdsourcing, lavoro, Teresa Morone lifestyle blog italiani,
Buzzoole

Please follow and like me:
error