Colloquio di lavoro: cosa indossare per fare una buona impressione

Buongiorno ragazzi e buon martedì! Spero che questa settimana sia migliore rispetto a quella appena passata, che è stata decisamente infernale. Questo martedì infatti parto piena di buoni propositi e con tante nuove idee da mettere in pratica, inoltre ho tante news da raccontarvi, ma, per ora non posso dire ancora nulla, mi raccomando pensatemi e “Finger crossed” per me. Come sapete in Italia e in tutto il mondo, ormai, c’è una grave crisi economica e trovare un lavoro dignitoso è cosa difficile, ma non impossibile, il pessimismo non paga, bisogna provarci sempre e cercare di non mollare. Con un pò di impegno e sacrificio si riesce a migliorare la propria posizione. Però magari succede che avevate inviato il curriculum a quell’azienda che tanto vi piaceva e siete stati chiamati per un colloquio di lavoro. A questo punto scatta in automatico la domanda:” Che cosa mi metto?”.

Il colloquio di lavoro: un banco di prova

Il colloquio di lavoro è un momento veramente delicato è il banco di prova di anni di studio, esperienze e talenti. Partecipando al colloquio di lavoro dovete essere in grado di convincere il futuro datore di lavoro che siete voi il candidato ideale per il posto vacante.
Oltre a possedere un buon curriculum dovete mostrare di essere affidabili, all’altezza e con una dialettica precisa e parlare in Italiano, se fate il colloquio in Italia, ovviamente. Bisogna imparare a proporsi, senza mentire, e a raccontare di sè senza essere nè arroganti nè eccessivamente modesti.

Colloquio di lavoro: cosa indossare

Il look è importante, infatti lo stile colpisce è la prima cosa che si vede, per cui è necessario fare una buona impressione.

Per quanto riguarda l’abbigliamento è indispensabile porsi tanto nello stile quanto nell’atteggiamento come una persona seria e credibile, innanzitutto pulizia. Sono bandite scollature eccessive e gonne inguinali se siete donne, pantaloncini corti tipo bermuda, canotte, scarpe modello infradito se siete uomini.

E’ importante recarsi al colloquio con abiti puliti e stirati. Un NO categorico va ai colori fluo, le calze a rete, magliette con scritte volgari. Bisogna dimostrare di avere carattere senza cadere nel ridicolo.
Perciò scegliete uno stile raffinato che vi rappresenti con giacche e pantaloni dal taglio sartoriale, mentre per le donne andranno benissimo un blazer e una blusa dal raffinato oppure il tailleur, magari rivisitato.

Bisogna avere stile perchè lo stile è sinonimo di carattere. Il vostro scopo è quello di farvi scegliere, dovete convincere l’altro che siete il candidato ideale che stava cercando.
Poi sarà compito vostro far emergere tutte le qualità e le capacità che possedete.

Come è andato il vostro ultimo colloquio di lavoro? Raccontatemi la vostra esperienza, io adoro le storie.
Se ti è piaciuto questo post condividilo!
Baci